Archivi tag: fotografia brescia

Wool e Simonazzi – Mostra fotografica a Brescia

Doppia mostra fotografica portata a Brescia dal fotografo Renato Corsini della Wave Photogallery.

tom_wool_portrait_one
Papua Nuova Guinea - Copyright Tom Wool

Con il progetto ONE, il fotografo Tom Wool presenta una selezione di ritratti frutto di una ricerca antropologica e fotografica che lo ha portato nei luoghi più remoti della civiltà, dal Tibet al Kenya, dalla Tanzania al Marocco, dalla Papua Nuova Guinea fino all’Iran e al Venezuela. Il fotografo ha scelto sfondi decontestualizzanti bianchi, che eliminando l’ambiente circostante sospendono il giudizio e mettono in luce il soggetto ritratto e quindi le caratteristiche comuni a tutto il genere umano. È un lavoro di contaminazione tra foto giornalismo e fine art, documentazione e ritratto.

L’altra mostra esposta alla Wave è quella di Paolo Simonazzi: “Mondo piccolo”, un esplicito riferimento all’universo umano creato da Giovannino Guareschi nell’immediato dopoguerra, quei paesaggi e quelle atmosfere della fetta di terra che si snoda lungo le rive emiliane e lombarde del Po, in particolare nelle zone di Parma, Reggio Emilia e Mantova con la saga del parroco Don Camillo e del sindaco comunista Peppone.  Atmosfere quasi metafisiche, congelate nel silenzio nebbioso di questa parte di pianura padana: la campagna, le rogge e il Po, i pioppeti, i cimiteri sotto la neve, le piazze addormentate nella notte, che sarebbero piaciute a De Chirico e a Luigi Ghirri, mentre alcuni ritratti richiamano l’intensità espressiva di quelli di August Sander.

Inaugurazione giovedì 5 aprile, ore 19.00
dal 5 aprile al 3 maggio

wavephotogallery
via Trieste 32
Brescia.

 

Mostra fotografica Guardami – Salo’, Brescia

Ecco un’interessante mostra fotografica a Salo’ segnalatami dall’amica e blogger Maria Zanolli (www.mariazanolli.com). Si tratta di uno sguardo sulla bellezza femminile di alcune donne (Cinzia Rossetti, Annalisa Belotti, Soledad Barrios, Riccarda Ambrosi, Irene e Benedetta Venditti) accomunate dal fatto di essere diversamente abili e immortalate negli scatti di numerosi fotografi bresciani e non solo. Il progetto nasce da un primo contatto tra Cinzia Rossetti ed il quotato fotografo  torinese Paolo Ranzani (www.paoloranzani.com).

17 ragazze, immortalate da 15 fotografi accolgono il visitatore in una esposizione molto particolare. Elementi speciali, capaci di  esaltare il valore delle immagini e delle parole come il sottofondo musicale, composto ed interpretato al pianoforte dal M° Giampietro Tonoli e l’arredo olfattivo studiato da Brigida Di Maio con l’ essenza Ivory di Osmotique Milano, sono la  cornice all’evento.

Con le fotografie di Vasilios Valassis, Paolo Ranzani, Francesco Cancarini, Tiziana Arici, Mauro Sestili, Francesco Collina, Silvia Del Medico, Pinella Palmisano, Giorgio Gambuti, Michelangelo Gratton, Eros Maggi, Antonella Ricciotti, Alberto Terrile, Simone Morciano, Matteo Visentin.

La mostra, in collaborazione con il fotoclub Salo’ inugura nella Sala Vantini del Comune di Salo’ domenica 11 Marzo e rimane visibile fino al 25 dello stesso mese.

 

Guardami
a cura di Gianlidia Tonoli
Salo’ , Brescia , Sale “Vantini”
Comune di SalSalo’ Lungolago Zanardelli, 55
11 marzo 2012 – 25 marzo 2012
Inaugurazione:
domenica 11 marzo 2012 ore 15
Orari mostra:
Sabato e domenica:
10.00-12.00/ 15.30-19.00
da lunedi a venerdi: 16.00-18.00
Ingresso libero

Doppia mostra fotografica “Not so far” e “Handmade, only one” – Wave Photogallery, Brescia

Fino al 1° marzo a Brescia ghiotta occasione per ammirare le potenti immagini del fotografo cremasco Stefano Pasini curate da Sandro Iovine, direttore della rivista “Il fotografo” e forse il critico fotografico più acuto oggi in Italia (http://sandroiovine.blogspot.com). Immagini a colori desaturate, scattate al Cairo, in India , in Africa con angoli di ripresa dal basso e in super wide che ti buttano direttamente all’interno della scena.

Copyright Stefano Pasini

Ho apprezzato molto l’uso della post produzione che ha fatto l’autore: con un uso accorto della saturazione e delle vignettature riesce a catturare l’occhio dello spettatore senza scorciatoie banali, aggiungendo pathos e impatto alle immagini. Magari dopo un po’ l’occhio si abitua e alla lunga questi effetti risultano ripetitivi (come nella photogallery di Pasini su Flickr), ma sicuramente sull’immagine singola donano una forza indiscutibile. E concordo anche sulla definizione di Pasini e di Iovine quando parlano di “immagine” e non di “fotografia”: l’importante è trasmettere un’emozione, poco importa se usando una mascheratura in camera oscura o ricreando lo stesso procedimento in Photoshop. Forse un approccio più da “autore” e meno da fotoreporter alla Cartier-Bresson (che non concepiva nemmeno il crop di una foto…) : qui si aprirebbero dibattiti infiniti sulla fotografia come arte o documento e sulla pretesa oggettività dell’immagine fotografica. Argomenti da approfondire in futuro, in un bel post ad hoc. Per chi vuole approfondire segnalo l’articolo interessante sul British Journal of Photography (in inglese) sullo studio di post produzione romano 10b Photography, quello che con la sua post produzione ha contribuito a far vincere 2 World Press photo 2012 a Yury Kozirev e Francesco Zizola.

Comunque, per un amante del foto-giornalismo come me un vero piacere per gli occhi e per la mente, probabilmente la mostra fotografica più bella che ho visto a Brescia negli ultimi anni.

Inoltre, in occasione del finissage della mostra il 1° marzo alle 19 è previsto un intervento del curatore Sandro Iovine che parlerà del lavoro di Pasini.

not so far fotografie di Stefano Pasini a cura di Sandro Iovine

In abbinata alla mostra di Pasini, sempre alla Wave Photogallery di Brescia, è presente la collettiva “handmade, only one” di diversi fotografi, con opere di bonomo faita, flavio bonetti, gianni pezzani, giovanna magri, giuliano radici, joy goldkind, luxardo, manfred h. theupen, paolo gioli, paolo mucciarelli, renato corsini, roberto radici Fino al 1° marzo 2012 WAVE PHOTOGALLERY via Trieste 32/a Brescia – Italy Tel. +39 030 2943711 tuesday – saturday 14:00 – 20:00