Archivi tag: food

Servizio fotografico pasticceria Pastic

Fotografie per pasticceria

Ho avuto l’opportunità grazie all’agenzia Akomi di Brescia di poter fotografare e vedere un po’ di dietro le quinte nella preparazione dei prodotti alla pasticceria Pastic del maestro pasticciere Nicola Zanetti.

Per un goloso come me entrare in un laboratorio dolciario come il Pastic e fotografarlo è un sogno che si avvera. Evidentemente non sono l’unico a pensarla così perché la cosa che mi ha colpito moltissimo è la quantità di clienti che nella mattina di lavoro che ho svolto presso il Pastic è entrata nel locale.

Pastic è una pasticceria d’asporto a Verolavecchia. Il laboratorio artigianale è sempre all’opera: deliziosi mignon,  torte, biscotti, stuzzichini salati…

Lo chef Nicola Zanetti, oltre a creme e macarones, ha negli anni allargato la propria offerta servendo anche prodotti salati e pranzi di lavoro. E da qualche tempo, grazie al supporto di Akomi, ha attivo anche il proprio e-commerce.

Clicca qui per vedere tutta la gallery con le foto dello shooting alla pasticceria Pastic

Ecco il link della pasticceria Pastic 

Il link all’agenzia di comunicazione Akomi

Servizio fotografico food in ristorante a Brescia

Still life food in ristorante stellato

Il cibo rimane uno dei soggetti più fotogenici, uno dei trend topic più caldi sui social. Per rinnovare il catalogo di prodotti dell’azienda alimentare di Brescia Mibon mi hanno chiamato a fotografare i loro piatti sottovuoto: cibo di qualità, già pronto e solo da “finalizzare”, una gran bella idea.

Per l’occasione siamo stati negli ambienti di un ristorante stellato in provincia di Verona.

Ho fotografo più di 30 ricette, davvero appetitose e gustose (sì, alcune le ho anche assaggiate 🙂 )

Esperienze Gustose reportage fotografico evento

Le fotografie dell’evento food a Verona

Dopo l’esperienza di Brescia Gustosa di due anni prima è tornata con una nuova formula l’evento incentrato sul cibo “Esperienze Gustose”, ospitato questa volta a Villa Mattarana a verona. Motore dell’evento ancora una volta Paola Castellani di Tempo di Eventi. Rispetto all’edizione di Brescia ha giovato sicuramente il fatto che gli eventi e gli show cooking fossero tutti concentrati in un’unica location. La manifestazione può ancora crescere molto a livello di pubblico: considerando che si tratta di una prima edizione in una piazza già molto affollata come Verona, il bilancio è sicuramente positivo.

Paola Castellani, l’organizzatrice, con lo chef Eugenio Boer del ristorante Essenza di Milano

 

I tre giorni sono cominciati con un press trip coordinato dall’Ufficio stampa nella persona di Francesca Renica. E’stata un’esperienza molto istruttiva: grazie alla partnership con Slow Food Verona si è andati alla scoperta di produttori locali come il caseificio Gugole e cantie produttrici del Durello, il vino veronese.

Il titolare del caseificio Gugole davanti alle forme

I partner

Un parterre di sponsor e partner davvero lungo e con nomi prestigiosi come San Pellegrino, Acqua Panna, altri da addetti ai lavori come Kitchen Aid, Olio Verde, MyChef Tv, iFood, Pecker e MyCookingBox.

Il team foto – video

Per me e il mio amico e collega Roberto Massini sono stati tre giorni davvero intensi, abbiamo scattato a ciclo continuo dalla mattina alla sera inoltrata, coordinandoci tra le diverse iniziative, conferenze, show cooking, degustazioni… L’affiatamento tra di noi ha sicuramente agevolato il lavoro, rendendo tutto più agevole. Anche la collaborazione con i ragazzi del video (Ale Cavalli e Damiano) è stata perfetta sotto ogni punto di vista: il clima informale e le battute hanno sicuramente aiutato a superare anche i momenti più complicati

Gli chef

Tanti gli chef ovviamente essendo un evento dedicato al cibo in tutte le sue sfaccettature. Molti i volti televisivi: da Ernst Knam a Andrea Mainardi, da Eugenio Booer (Essenza Milano) a Chef Hiro, da Giada Farina (Le Torte di Giada) a Davide Botta solo per citarne alcuni. Durante i tre giorni si è tenuto anche un contest per food blogger che è stato vintoda una blogger con una pastiera in versione vegana. Il tema era “New confort food: la tradizione che svela nuove prospettive”
Personalmente tra gli show cooking che ho fotografato ho apprezzato particolarmente quello di Chef Hiro, anche per la filosofia di rispetto per la Storia e per la Natura che permea la sua cucina, eredità sicuramente della sua origine nipponica. Un altro momento molto emozionante è stato la sorpresa in diretta allo chef Eugenio Boer che ha compiuto gli anni il giorno della sua esibizione.

Contattami


    In mostra alla Biennale dei Cedri

    Una mia mostra sul cibo in esposizione alla V Biennale dei cedri

    Su invito del gallerista Renato Corsini a maggio metto un po’ ordine nel mio archivio con l’obiettivo di ottenere una mostra coerente sul tema del cibo e dell’immigrazione. Corsini infatti, insieme a Ken Damy, altro nome storico della fotografia bresciana che da qualche anno si divide con la Calabria, stanno collaborando alla direzione artistica della V Biennale dei Cedri che per il 2015 è dedicata all’uomo nomade e Peregrinazioni, Terre Lontane, Luoghi, Etnie, Memorie. Un tema  attuale in questi tempi…

    Io da anni sto svolgendo un lavoro  (con molte pause) sulla presenza degli immigrati nel territorio bresciano ed inevitabilmente un terreno di contaminazione è il cibo e i relativi ristoranti etnici che da qualche anno sono comparsi anche a Brescia. Oltre agli immancabili kebab e sushi, ci sono ristoranti africani, bosniaci, indiani, russi, marocchini..

    Se fino a qualche anno fa la clientela di questi ristoranti era composta da immigrati e da qualche bresciano alternativo, negli ultimi tempi la clientela si è molto diversificata. Al Taj Mahal, il ristorante indiano-rumeno (questa è una delle meraviglie dell’integrazione 🙂 ) di Brescia, ormai i clienti bresciani sono più della metà.

    Qui sono pubblicati alcuni dei 25 scatti in mostra. La Biennale si svolge in Calabria e in particolare al Palazzo Rinascimentale di Aieta, Palazzo Cavalcanti a Verbicaro, al Museo della terra a S.Domenica Talao, al palazzo ducale di Maierà e Grisolia, ed anche a Orsomarso, Scalea e Diamante; sono previsti inoltre seminari, workshop ed incontri con gli artisti.

     

    Maggiori informazioni: http://www.atelierdufauxsemblant.it/inaugurazione-biennale-fotografica-l-uomo-nomade/